La MSC crociere rinnova la sua classe Lirica

La MSC crociere rinnova la sua classe Lirica

La MSC Crociere è una firma imponente nel mondo delle crociere: questa compagnia in continua crescita ha deciso che tra l’anno 2014 e 2015, quattro delle sue navi verranno completamente rinnovate. Vediamo quali.

I piani di rinnovamento riguardano la MSC Armonia, la MSC Lirica, la MSC Sinfonia e la MSC Opera: tutte e quattro le navi vanno insieme a comporre la classe Lirica della compagnia, che ha ora scelto un modo economico per rinnovarsi.

Infatti, i vertici delle crociere MSC hanno deciso che tagliare una nave per inserire una nuova sezione e poi ricostruire tutto insieme è molto più conveniente che accrescere la flotta di una nuova nave.

La MSC Armonia è una già bellissima nave che offre un amichevole stile europeo e un ambiente di lusso, dove i passeggeri possono attualmente godere di vari servizi come ristoranti a tema, una grande palestra luminosa e spa, un teatro, il casinò, ecc. L’intrattenimento a bordo di questa nave è vario, e la nave stessa è dotata di tutti i servizi fitness e benessere possibili e immaginabili. Questa nave è già famosa per il suo equipaggio molto cordiale e la pulizia impeccabile a bordo, che le è valsa una larga popolarità tra i passeggeri.

Non da meno la nave MSC Lirica, con arredi semplici ma eleganti grazie all’uso di materiali di alta qualità: qui, una tipica atmosfera italiana vi fa sentire subito a casa. I lavori inizieranno proprio con la nave Armonia il prossimo mese di agosto 2014 e si esauriranno dopo un anno esatto, in agosto 2015, con la nave Lirica.

Il rinnovamento di queste navi prevede l’aggiunta non soltanto di 200 nuove cabine per ognuna, ma anche di altri spazi come negozi aggiuntivi, o parchi acquatici sui ponti. Dopo la conversione, tutte e quattro le navi che attualmente misurano 251 metri andranno a misurare 275 metri ognuna, e potranno ospitare  2.680 passeggeri.

Essendo il settore delle crociere sempre in crescita, non ci sorprenderebbe una simile decisione anche da parte delle altre altre compagnie, evitando di costruire sempre nuove unità e lavorando sull’ampliamento di quelle già esistenti, per permettere ad un massimo possibile di viaggiatori di salpare in crociera.

Lascia un commento