SellaRonda BikeDay: una pedalata ecologica in alta quota

Sulle Dolomiti, in un’ottica ecosostenibile e visto l’ampio bacino di persone che tra l’estate e l’inverno le frequentano, nascono numerose iniziative ecologiche, volte a sensibilizzare le persone su un problema urgente come quello dell’inquinamento.

Eventi, manifestazioni, gare, incontri o dibattiti che guardano agli errori del passato, cercando di trarne buoni insegnamenti e validi spunti per il futuro.

In primo luogo coinvolgendo e rendendo consapevoli tutti, in primis i bambini, sull’importanza che hanno l’ambiente e la sua salvaguardia e, al contrario, quanto sia deleterio ed egoistico l’inquinamento.

Il SellaRonda BikeDay è una bellissima iniziativa per cui, per un’intera mattinata, macchine, autobus e qualsiasi mezzo a motore, non possono percorrere le strade che uniscono i quattro passi: Sella, Pordoi, Gardena e Campolongo. Strade che, senza il rumore dei motori e l’odore dei gas di scarico, diventano di totale dominio dei ciclisti.

Si tratta di una manifestazione ciclistica non competitiva, frequentata da chiunque lo desideri, incluse famiglie con bambini, e che ciascuno può iniziare indistintamente dal Passo che preferisce.

Per pure ragioni di sicurezza ci sono tre regole:

– Il giro va percorso in senso antiorario, dunque dall’Alta Badia bisognerà prendere il Passo Gardena, poi il Sella, il Pordoi e infine il Passo Campolongo

– Si procede tenendo rigorosamente la destra

– La velocità deve essere moderata, proprio perché non è una gara e ci sono numerose famiglie con bambini.

Insomma, una bellissima “pedalata ecologica” in alta quota, dove l’aria è più frizzante e ben ossigenata. E l’assenza delle auto la rende ancora più buona, si sente subito, ad ogni respiro.

In quelle ore, quando quei luoghi vengono lasciati finalmente ai loro suoni e profumi originari, si può sentire ancora più forte il profumo del sottobosco, quello dei pini mughi, della rigogliosa vegetazione dei boschi di conifere e dei prati verdi.

Anche per gli occhi è tutto più suggestivo, straordinario ammirare il paesaggio intorno senza il passaggio delle auto, a vederle in quella ritrovata pace le Dolomiti sembrano ancor più maestose.

Lascia un commento