Santuario di San Luca

Sulle colline che sovrastano la città di Bologna, il Santuario della Madonna di San Luca è in grado di spiccare su tutta l’area urbana. Il Colle della Guardia, rilievo di circa 300 metri sul livello del mare, lo rende infatti visibile, unitamente al lungo portico che, salendo sul pendio, conduce all’ingresso del Santuario.

All’interno della struttura religiosa è posta in evidenza l’effige della Madonna di San Luca, meta di pellegrinaggio fin dalle sue origini, e che due volte l’anno percorre il lungo portico per scendere, in primavera, nella Basilica di San Pietro e Paolo, in città.

Intorno all’icona della Madonna numerose sono le leggende. Tra le più famose, quella che vede protagonista un pellegrino eremita, di origine greca, in pellegrinaggio a Costantinopoli. Il pellegrino, narrano le vicende, avrebbe ricevuto in dono la sacra effige dai sacerdoti della Basilica di Santa Sofia affinchè lo portasse sul Monte della Guardia. L’eremita, rimessosi in cammino, vagò per tutta l’Italia fino a giungere a Roma, dove il senatore Pascipovero gli disse che il monte si trovava nelle colline sovrastanti la città di Bologna.

Arrivato a Bologna, il pellegrino venne accolto festosamente e, al termine di una lunga processione, la tavola della Madonna con Bambino venne portata nel Santuario di San Luca.

Meta di pellegrinaggio per secoli, il culto della Madonna di San Luca si rafforzò quando, nel 1433, le lunghe piogge che stavano minacciando di distruggere i raccolti cessarono in maniera improvvisa, proprio in concomitanza con l’arrivo dell’effige in città.

Per i visitatori, la passeggiata lungo il declivio del Colle di Guardia è agevole in qualunque stagione dell’anno, grazie al lungo porticato che ricopre e protegge completamente il percorso dei pellegrini o dei semplici turisti. Le numerose panchine in marmo consentono inoltre un rapido ristoro verso il punto più alto del Santuario, dove sarà altresì possibile godere di uno straordinario panorama su tutta la città.

Lascia un commento